Stampa questa pagina Aggiungi ai tuoi preferiti Condividi in Facebook Condividi in Twitter
A- A A+
Aggiornato Venerdì, 23 Giugno 2017 - 18:30



Come si diventa radioamatore

 

Le cognizioni necessarie si possono apprendere sui libri di testo, ma sarà solamente l'ascolto del traffico che viene svolto dalle stazioni radioamatoriali a dare un concreto contributo alla preparazione per poi poter svolgere correttamente l'attività. E' quindi consigliabile, in attesa dell'ottenimento dell'idoneità e dell'autorizzazione generale, esercitarsi ascoltando le frequenze radioamatoriali, cosa oggi possibile senza alcuna autorizzazione.

I passi per diventare radioamatore sono tre:

  1. Esame per il conseguimento della patente di radioamatore
  2. Richiesta del nominativo personale
  3. Richiesta dell'Autorizzazione Generale per l'impianto e l'esercizio di una stazione radio

Come partecipare agli esami

Gli esami per il conseguimento della patente di radioamatore sono organizzati dall’Ispettorato Territoriale della Lombardia del Ministero dello Sviluppo Economico e Comunicazioni. Gli esami si svolgono una volta l’anno, nel mese di Dicembre, presso una sede stabilita dall’Ispettorato stesso.

Per partecipare agli esami, i candidati devono inviare apposita domanda in bollo, corredata della richiesta documentazione. La domanda può essere spedita con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno oppure consegnata a mano presso l’ufficio competente dell’Ispettorato ENTRO il 30 Settembre.

Per scaricare la domanda di esame clicca qui: Domanda esame

L’indirizzo di spedizione della documentazione è:

Ministero dello Sviluppo Economico e Comunicazioni
Ispettorato Territoriale della Lombardia
Via Principe Amedeo 5
20121 Milano MI

Per prepararsi agli esami è consigliabile frequentare i corsi di formazione organizzati dalle sezioni A.R.I..

Per informazioni sul corso organizzato dalla sezione di Cernusco s/N, vai alla pagina dei Corsi.

Una volta conseguita la patente, l'operatore non può detenere una propria stazione radio fino all'ottenimento dell'Autorizzazione Generale, ma può operare da una stazione radio di un radioamatore autorizzato sotto la sua diretta supervisione.

La patente di radioamatore non ha scadenza e rimane valida a vita.

Come richiedere il nominativo personale

Il nominativo di radioamatore è un identificativo unico a livello mondiale e viene rilasciato dal Ministero dello Sviluppo Economico e Comunicazioni di Roma dietro presentazione di apposita domanda in bollo.

Il nominativo viene rilasciato in circa trenta giorni.

Per scaricare la domanda per la richiesta di nominativo clicca qui: Richiesta Nominativo

Come richiedere l'Autorizzazione Generale

L'Autorizzazione Generale per l'impianto e l'esercizio di una stazione di radioamatore viene richiesta inviando apposita domanda in carta libera all'Ispettorato Territoriale del Ministero dello Sviluppo Economico e Comunicazione.

Per i radioamatori della Lombardia, la domanda deve essere inviata allo stesso indirizzo della domanda di partecipazione agli esami riportato sopra.

Per scaricare la domanda di Autorizzazione Generale clicca qui: Autorizzazione Generale

L'Ispettorato non risponde alla domanda e, secondo il principio del silenzio-assenso, trascorse quattro settimane dall'invio della domanda la richiesta di Autorizzazione Generale è considerata accettata ed il radioamatore può cominciare le attività dalla propria stazione radio.

Una copia della domanda di Autorizzazione Generale deve essere tenuta dal radioamatore insieme alla patente e vale come documento di autorizzazione delle proprie attività.

Se comunque il radioamatore desidera avere un attestato ufficiale dell'Autorizzazione Generale, può richiederlo contestualmente alla domanda di Autorizzazione Generale, compilando l'ultima parte della domanda ed aggiungendo una marca da bollo ed una fototessera.